Il filosofo suggerisce...

Medioevo. Un secolare pregiudizio

Régine Pernoud (Bompiani, 2001)

Questo testo, pubblicato per la prima volta negli anni settanta del Novecento, purtroppo non perde la sua validità ed attualità. Purtroppo, perché ancora oggi è ampiamente diffusa l’errata idea di un Medioevo oscuro ed ignorante, dimenticando che, se una civiltà può essere giudicata da ciò che lascia in eredità ai posteri, quest’epoca ha regalato al mondo doni straordinari: proprio questi doni, dai più noti come le cattedrali, ai meno conosciuti, sono sapientemente studiati da questa storica francese a cui va il merito di essere stata tra i primi a dimostrare, con l’analisi di fatti e documenti, lo straordinario fervore della cultura dell’epoca, i suoi limiti, ma anche le sue grandezze. Un tema che le sta molto a cuore è, ad esempio, quello della donna e della sua condizione che non corrisponde affatto all’idea che l’epoca moderna vorrebbe attribuirle. Si tratta dunque di un classico della storia che va contro luoghi comuni e banalità, la cui lettura dovrebbe essere fondamentale per chiunque studi o voglia anche solo parlare di Medioevo. (G. Caselgrandi)

Estate 2021: Il Duomo di Modena,

podcast d'arte

Estate 2021

Nell'augurarvi una buona estate vi ricordiamo che ogni lunedì su Spreaker uscirà una puntata del ciclo di Podcast, frutto della collaborazione dei Musei del Duomo e dell’Istituto Filosofico di Studi Tomistici di Modena, che nella figura di Giovanna Caselgrandi ci porterà alla scoperta di curiosità e la storia della cattedrale di Modena.

unnamed.jpg
vetrina-sito.jpg

Ai confini della contraddizione: Tommaso d’Aquino, Florenskij e Severino

di G. Barzaghi, M. E. Cerrigone, N. Cusano, F. Perelda, S. Tagliagambe, C. A. Testi, edizione InSedicesimo, 2021

copertina AI CONFINI DELLA CONTRADDIZION
El-mejor-libro.jpg

Dicono di noi...